top of page

Analfabetismo funzionale e testi di Sfera Ebbasta, qual è il collegamento?


Due appartenenti alla scena rap che cantano insieme.
Sfera Ebbasta e Blanco - Credits: Blogsicilia.it

L’analfabetismo funzionale è un problema che son certa sia sempre esistito, solo che oggi più che mai è tristemente evidente e sotto gli occhi di chiunque (non ne sia affetto) come sia mezzo di diffusione di informazioni errate che i social propagano a macchia d’olio. In questi tempi di pandemia abbiamo avuto modo di osservare fin troppo analfabetismo funzionale “all’opera” riguardo al virus e alla sua trasmissione in tempi di lockdown, sulla fondatezza o meno delle misure restrittive, ora ci tocca sorbirlo in tema di vaccini ‘grazie’ ai no-vax ecc.


Ma cosa vuol dire “analfabetismo funzionale”? Incapacità di usare in modo efficace le abilità di lettura, scrittura e calcolo nelle situazioni della vita quotidiana; si traduce quindi in pratica nell’incapacità di comprendere, valutare e usare le informazioni incontrabili nell'attuale società. L'analfabetismo funzionale riguarda però anche l’incapacità di comprendere testi in prosa come, per esempio, testi di canzoni.


Leggendone la definizione quindi capiamo come questo concetto sia applicabile a più contesti a vari livelli, per cui ho deciso di soffermarmi su una hit estiva che secondo me è stata compresa pochissimo che è “Mi fai impazzire” di Blanco ft. Sfera Ebbasta. (anche perché è agosto e cerco di tornare su questi schermi con temi che possano essere in linea con la bella stagione.)


Tale canzone viene continuamente usata come sottofondo di foto ritraenti due giovani innamorati come se fosse una classica ballata d’amore. Peccato che questa canzone parli d’amore solo in senso lato! Spoiler! Il tema principale del testo è, infatti, la gelosia, la rabbia e il fastidio che un ragazzo prova nel sapere che un certo “lui” continui a scrivere alla sua ragazza e nel sapere che egli occupa ancora un posto nella vita di lei. Come si legge quasi all’inizio del testo:


“Ma se non ci sei attorno qua mi va tutto storto e a lui lo vorrei morto e invece ancora ti scrive”

Tale gelosia sfocia in continui litigi e ramanzine che i due amanti sono in grado di smorzare solo grazie all’avvenenza fisica di lei che “lo fa impazzire”. Come leggiamo qui:


“Anche se mi fai male
Senza non ci so stare
E mi fai impazzire, mi fai impazzire.”

In ultima analisi il testo mette in luce il lato possessivo dell’amore, a scapito però della donna che “gioca un gioco sporco” perché tiene in scacco il suo lui grazie alla sua notevole bellezza, come è ribadito nel testo in seguito:


“Se ti incazzi di nuovo dopo una ramanzina,
noi che abbiamo litigato tutta la mattina
solo perché nel pomeriggio esco co' un'amica,
e mi spari mille colpi come una raffica.
Ancora, basta, è una tortura
ti poggi sulla porta, zitta e seminuda
giochi un gioco sporco.”

Chiudo con questa osservazione: sento spesso dire in giro che le materie umanistiche nelle scuole e nelle università sono sostanzialmente inutili ai fini pratici (si ok la cultura ma nella vita VERA non si campa solo di cultura) a differenza di quelle scientifiche. Ne siamo sicuri? Beh, se è difficile per alcuni comprendere il significato ultimo di un testo piuttosto elementare come quello poc’anzi spiegato non oso immaginare come costoro possano approcciarsi a testi di più ostica lettura. Meditate gente, meditate (e ogni tanto studiate)!

Post recenti

Mostra tutti

Comments


Iscriviti al sito

Il tuo modulo è stato inviato!

bottom of page