Buon compleanno Amazon!


Dopo aver lasciato il suo lavoro di vice president da 223.000$ annui presso un fondo di investimento di New York, il 5 giugno del 1994 l’allora trentenne Jeff Bezos fonda “Cadabra”, società nata e pensata per vendere libri online. Poco tempo dopo, data la somiglianza col termine “cadavere”, il nome viene cambiato in Amazon, nel luglio del ’95 il sito va online, e da quando Jeff e la moglie MacKenzie gestivano tutto da sé in un piccolo garage di Seattle ne è passato di tempo.



L'idea

“Quand’è che hai avuto l’idea di fondare Amazon.com?”

“Beh, 3 anni fa ero a New York, dove lavoravo per un Hedge Fund, quando mi imbattei in questa statistica secondo cui l’utilizzo del web stava crescendo del 230% l’anno. Decisi dunque di ideare un business-plan che si inserisse in quel contesto di crescita, e scelsi i libri poiché erano il miglior prodotto da poter vendere online, vantando un numero di articoli maggiore di qualsiasi altra categoria di prodotto” – Bezos in un’intervista, 1997.


La quotazione ed il successo

Il 15 maggio 1997 la quotazione in borsa, Amazon vale 300 milioni di dollari. È “il più grande negozio di libri al mondo”. Poco dopo, l’ampliamento del catalogo: vengono aggiunti CD, film, software, videogame, elettronica e oggetti per la casa. Oggi Amazon offre oltre 12 milioni di prodotti ed è, come definito dal Sole24Ore, un “drago a più teste”: eCommerce, cloud computing, device, supermercati fisici, musica in streaming, video on-demand, logistica. Un fatturato di 386 miliardi, che in crescita del 38% rispetto al 2019 continua a polverizzare le previsioni degli analisti, e un valore di mercato di 1.770 miliardi di dollari.


Il prossimo futuro

Oggi, proprio nel giorno del 27° compleanno di Amazon, il “re del cybercommerce” lascia la sua posizione di CEO per dedicarsi ad altre attività, quali il Bezos Earth Fund e Blue Origin, rimanendo comunque presidente del CdA. A sostituirlo è Andy Jassy, all’interno dell’azienda dal ’97 e fino ad oggi a capo dell’area cloud computing, leader mondiale del settore sotto la sua guida.


Tra l’assistenza sanitaria interna di Amazon Care e le migliaia di satelliti per la banda larga del progetto Kuiper, cosa vedi nel futuro di Amazon?


Post recenti

Mostra tutti
Iscriviti al sito

Il tuo modulo è stato inviato!