Coprirsi dal rischio di insolvenza


la copertura in ambito assicurativo

Ogni anno le compagnie assicurative devono svolgere un’analisi del proprio livello di solvibilità basandosi sul proprio capitale disponibile e sul calcolo del Requisito Patrimoniale di Solvibilità. Il tutto deve essere svolto attraverso una procedura puntigliosamente descritta dalla direttiva Europea Solvency II.

Vediamo meglio assieme di cosa si tratta.

In poche e semplici parole, ogni compagnia assicurativa deve ogni anno, creando un nuovo bilancio basato esclusivamente su valori di mercato o misure simili, ed effettuando degli stress test, assicurarsi che la propria probabilità di fallire nei dodici mesi a seguire sia inferiore allo 0,5% degli scenari possibili, ovvero una su duecento. Il rapporto tra i fondi a disposizione e il capitale a rischio della compagnia si chiama Capital Ratio. Tale indice, intuitivamente, per garantire la solvibilità necessaria, deve essere sempre maggiore di uno, ovvero il capitale disponibile deve sempre essere maggiore del capitale a rischio. La principale difficoltà si ha nel calcolo del capitale a rischio. Essendo un punto molto delicato la direttiva prevede diversi metodi per calcolarlo, il più semplice è rappresentato da una formula standard, uguale per tutte le compagnie. Ovviamente ne segue che tale approccio, nel tentativo di creare una formula che possa andar bene per tutti, potrebbe risultare non consono per molte realtà in quanto non tiene conto di molteplici fattori che sono diversi per ogni singola compagnia assicurativa.

Per ovviare questo problema sono stati introdotti gli USP, parametri specifici, e i modelli interni. I primi sono calcolati tramiti dati interni per poi essere utilizzati all’interno della standard formula, così da ottenere un risultato più coerente con la relativa condizione della compagnia. I modelli interni, invece, sono dei veri e proprio modelli statistici, sviluppati internamente e volti a quantificare il capitale a rischio necessario per essere solvibili.

In questo modo, cercando di garantire una realtà assicurativa più sicura e stabile, si cerca di tutelare gli assicurati da problemi connessi all’insolvibilità delle compagnie.



Post recenti

Mostra tutti
Iscriviti al sito

Il tuo modulo è stato inviato!