top of page

Fenomeno Sangiovanni: raffronto fra musica e personaggio.


Sangiovanni, al secolo Giovanni Pietro Damian, è un cantante vicentino di 18 anni, vincitore della categoria cantanti e secondo classificato della ventesima edizione talent show “Amici”. In poco tempo è riuscito a raggiungere traguardi che suoi colleghi ben più illustri hanno raggiunto in anni di carriera, a cominciare dal suo primo singolo “Lady”, rilasciato e distribuito su tutte le piattaforme digitali mentre lui era ancora all’interno della scuola di “Amici, 4 volte disco di platino, passando dalla hit estiva “Malibù” che di platini ne ha vinti ben 7, fino all’ultimo singolo “Raggi gamma” che fa da anteprima all’uscita del nuovo album e il featuring con la sua amica Madame “Perso nel buio”.


Cantante Sangiovanni
Sangiovanni fonte www.vogue.it

Chi, come la sottoscritta, è fan del programma mariano da tempo immemore saprà che le leggi dello showbiz fanno sì che alla ribalta vadano, seppur per un tempo non troppo lungo, anche personaggi che di talento ne hanno ben poco.

Lo stesso non si può dire per Sangiovanni che, secondo chi scrive, ben merita di stare sotto i riflettori.

Partendo dalla musica che, per carità, può piacere come può non piacere, ma sicuramente dalla sua ha il fatto di non far fatica ad accaparrarsi un posto all’interno del panorama musicale attuale, specie in riferimento ai suo colleghi della Gen Z (vedi Blanco o Madame).

I testi risultano freschi e giovanili, non sono costruiti con l’intento di strafare ma, al contrario, si mantengono perfettamente nel range anagrafico del cantante, basti vedere il testo di Lady “ed è così bello, mi fai tornare bimbo come quando mamma mi dava il bacino prima di andare a letto.” Oppure con il recente singolo Raggi gamma “mi sento un ragazzino alla prima cotta, non ci sono più gli uomini di una volta, ho gli occhi a cuoricino per quanto sei bella, il tuo amore spazza via le giornate di pioggiaSangio da una parte combatte quello stereotipo dell’uomo che non deve chiedere mai alla quale la scena rap/trap negli ultimi anni ci ha abituato, dall’altra si serve di immagini dal sapore un po’ retrò ma che si riferiscono ad un ben preciso immaginario come quando canta “no, non è la mia prima volta ma sei la mia prima volta perché non ho conosciuto qualcuno come te.


Ma ciò che rende Sangiovanni degno di apprezzamento è il fatto che sia un personaggio estremamente positivo per tutto ciò che comunica e per come lo fa, ovverosia con un linguaggio che arriva dritto, soprattutto alla sua fascia di riferimento, poi quanto questo possa essere frutto di strategie di marketing non posso saperlo ma nemmeno mi interessa ai fini di quanto scrivo, insomma per questo vi rimando ai complottisti dell’internet.

Ricordo quando i boomer, nel 2018, si scagliarono contro Sfera Ebbasta a seguito della tragedia di Corinaldo, in occasione di un suo concerto, condannandolo per i suoi testi e la sua immagine ritenuti diseducativi per i giovani.

Ecco, Sangio in questo senso non può correre pericoli, in primis perché i suoi testi parlano perlopiù d’amore e di costumi giovanili sani e, in secundis, perché la sua persona lancia messaggi ultra positivi e incoraggianti.

Alcuni esempi? Spronare i suoi followers a fuggire delle etichette che spesso vengono appiccicate addosso in base a dettagli superficiali, tipo il fatto che un uomo vada in giro con lo smalto sulle unghie o che il suo colore preferito sia il fucsia (in un’intervista afferma “mi danno del gay, come se fosse una cosa brutta”) oppure a ignorare le critiche distruttive e i giudizi fini a loro stessi per dare spazio, invece, a tutto ciò che può essere motivo di crescita.


In conclusione non mi resta che dire che quanto sopra è ovviamente solo il mio parere personale, specie in relazione a tutto ciò che è gusto musicale, però qualcosa di oggettivo c’è: se è vero che per sperare in un cambiamento socio culturale bisogna puntare sui giovani mi auguro ci saranno sempre più tipi e tipe come Sangiovanni, in ambito musicale e non, per farci essere all’avanguardia e con la mente aperta su tante cose e per abbandonare quegli usi e costumi superati ma duri a morire che ci lasciano un passo indietro rispetto al resto del mondo.


Post recenti

Mostra tutti

Comments


Iscriviti al sito

Il tuo modulo è stato inviato!

bottom of page