Hikikomori e distanziamento sociale

Autore: #EmanueleMarchetti



Quarantena e distanziamento sociale. Queste saranno le prime cose che ricorderemo ripensando alla situazione attuale. Ma vi siete mai chiesti se lo stiamo vivendo bene questo stato forzato di isolamento? Ne risentiremo quando tutto questo sarà finito? Risposte, purtroppo, non ce ne sono adesso. Tuttavia possiamo cercare di tutelarci prendendo spunto da chi in isolamento ci sta da ben prima dell’arrivo del Covid-19: i cosiddetti “hikikomori”.


Questo termine giapponese designa un fenomeno sociale per cui un soggetto si ritira nella propria stanza per periodi di mesi o anni. La popolazione più colpita sono i giovani maschi dell’isola nipponica, coloro che si trovano nel punto di maggiore frizione in una società storicamente tradizionalista, che negli ultimi periodi ha vissuto una violenta modernizzazione. Questo conflitto grava in maniera pesantissima sulle spalle dei giovani, che sentono da una parte, il peso delle ambizioni familiari e della società – che li pretendono al passo con la rivoluzione culturale in atto – dall’altra, la necessità di poter intraprendere un proprio percorso personale soddisfacente, che spesso è proprio ciò che viene sacrificato.


In una sua teoria, la Fansten, ipotizza questo fenomeno come “un modo per fuggire dalle forti pressioni sociali”, ritirandosi dalla vita culturalmente condivisa e rifugiandosi nelle proprie stanze, in una sorta di stand-by sociale. Questa è l’ultima spiaggia per ritagliarsi uno spazio sicuro, dove possono coltivare, seppur in maniera limitata, ciò che è di loro interesse e che non potrebbe essere apprezzato all’esterno, poiché inappropriato per i rigidi canoni societari del Giappone moderno.


Quindi, potremmo ispirarci agli hikikomori e sfruttare il distanziamento sociale per coltivare hobby o per migliorare il dialogo con i familiari, entrambe cose che la frenetica vita quotidiana può far passare in secondo piano, nonché potentissimi strumenti per mantenere un ottimo stato mentale durante questo periodo di quarantena.


E tu, riesci a credere che ognuno di noi possa migliorarsi in questa situazione?



#PassaportoFuturo #hikikomori #quarantena #distanziamentosociale #psicologia #psychology #syndrome #giappone #japan #hikikomoriitalia #disease #sofferenza #COVID19 #epidemia #pandemia #emergenza #fakenews #apa #oms #who #americanpsychologicalassociation #cassettadegliattrezzi #dsmV #pdm #MaiaFansten



Iscriviti al sito

Seguici sui nostri canali social

  • Grey LinkedIn Icon
  • Facebook
  • Instagram
  • Grey YouTube Icona

© 2020 by H2C

logo_transparent_background.png