Il fenomeno del Water Decoupling

Autore: #AndreaLucii

Lo sviluppo economico e la preservazione delle risorse idriche
Lo sviluppo economico e la tutela delle risorse idriche

Uno dei problemi principali che va tenuto in considerazione a livello globale è quello relativo al consumo d’acqua e alla sua scarsità. Il consumo dell'acqua è cresciuto globalmente a più del doppio del tasso di aumento della popolazione nell'ultimo secolo. Entro il 2025 la FAO (2005) prevede che 1800 milioni di persone vivranno in paesi o regioni con scarsità idrica "assoluta" (<500 m3/anno pro capite).


Il concetto di “Decoupling”, ossia disaccoppiamento, fa riferimento a una condizione in cui l’economia sarebbe in grado di crescere senza corrispondenti aumenti della pressione ambientale. Si tratta dunque di osservare la sostenibilità che deriva dal disaccoppiamento tra i due tassi di crescita, quello economico e quello di pressione ambientale. Occorre però tenere in considerazione la differenza tra disaccoppiamento relativo e disaccoppiamento assoluto.


Il disaccoppiamento relativo si verifica quando pur crescendo l’eco-efficienza, cioè il rapporto tra il valore aggiunto del settore economico e l’esternalità ambientale causata da quella stessa attività, si assiste comunque ad una pressione negativa sulla risorsa ambientale.

Il disaccoppiamento assoluto si verifica invece quando gli impatti ambientali diminuiscono, indipendentemente dal tasso di crescita dell'indicatore economico pertinente, purché non negativo. Quindi non solo l’eco-efficienza cresce, ma la pressione sulla risorsa effettivamente diminuisce, con un reale vantaggio per l’ambiente.


I dati UNEP (2011) mostrano chiaramente come, a livello globale, si sia raggiunta una situazione di decoupling relativo. Questo risultato evidenzia come sia aumentata l’attenzione al tema dell’acqua e come sia avvenuto un processo di miglioramento nella gestione e sfruttamento della risorsa.

Il decoupling relativo rischia quindi di tralasciare l’aumento di acqua prelevata e consumata a livello mondiale, indipendentemente dal rapporto con la crescita economica.


Possiamo essere soddisfatti dell’attuale decoupling relativo?

Raggiungere il prima possibile una condizione di sfruttamento sostenibile, oppure prediligere una crescita economica a qualsiasi costo?

Post recenti

Mostra tutti
Iscriviti al sito

Il tuo modulo è stato inviato!