G20 Ambiente, il ruolo cardine dell'Italia


L'Italia al centro del G20
Il ruolo dell'Italia per i temi dell'economia circolare, della finanza verde, della resilienza degli ambienti urbani e degli asset storico-testimoniali

Il 2021 per l’Italia è un anno importante: in primis il nostro Paese è organizzatore degli eventi preparatori della Conferenza ONU sul clima che si svolgerà a Glasgow, ma soprattutto perché si entrerà nel vivo della presidenza italiana del G20, la prima della storia, che si concluderà con il Vertice dei leader in programma dal 30 al 31 ottobre a Roma.


La tutela dell'ambiente e del clima rientrano tra i capisaldi dell'Agenda della presidenza italiana e ciò consentirà di dare un forte impulso alle politiche di lotta al cambiamento climatico e di promozione della transizione ecologica, anche supportata dalla finanza sostenibile, temi che vedono al centro il mondo dell'edilizia, dell’immobiliare e più in generale dell’ambiente costruito. Un rilevante impegno che si concluderà oggi, 22 luglio, a Napoli, durante la riunione finale del G20 Ambiente.


La proposta italiana per il G20 Ambiente si sviluppa su quattro macroaree:

  1. Biodiversità e capitale naturale.

  2. Economia circolare.

  3. Produzione e consumo sostenibile.

  4. Finanza sostenibile.

Si affronta anche il tema dell’ambiente costruito, dell’edilizia sostenibile, considerando anche gli asset storico testimoniali. Un focus di particolare interesse è inerente agli impatti delle città. Tali sistemi complessi sono considerati un vero e proprio laboratorio di innovazione per quanto attiene l’economia circolare e il necessario processo di decarbonizzazione. Assumono rilevanza il benessere e la salubrità degli ambienti in cui viviamo, anche come prevenzione della attuale pandemia, ma tra i temi più autentici e innovativi che l’Italia potrà portare avanti, risalta quello della rigenerazione e valorizzazione dell’edilizia storico testimoniale.


Ogni Paese coinvolto ha mostrato su tale aspetto un buon interesse all’esperienza italiana. Un possibile obiettivo, tra quelli rilevanti su cui la task force nazionale è chiamata ad esprimersi, è una nuova visione olistica che si faccia carico di coniugare le istanze di sostenibilità e di testimonialità.


Eri a conoscenza delle notizie riguardanti il G20 Ambiente?

Post recenti

Mostra tutti
Iscriviti al sito

Il tuo modulo è stato inviato!