L'Ever Given e il canale di Suez tra panico e memes


Ever-Given-COVID-19-rovinare-economia-mondiale da solo
L'Ever Given lascia il COVID-19 a rovinare l'economia mondiale da solo

Alle 7:40 del 23 Marzo di quest'anno è successo l'inevitabile: la container-ship "Ever Given" ha bloccato il canale di Suez, l'unico collegamento tra Mar Mediterraneo e Mar Rosso.

Il problema sembra essere stato un forte vento di 74 km/h che ha dato il via a una tempesta di sabbia e ad una conseguente perdita di controllo del grande mercantile.


Chiunque avesse a che fare con il commercio internazionale ha iniziato a disperarsi, mentre orde di memers hanno intasato i social con soluzioni al problema esilaranti.

Dal consiglio di usare un cotton fioc gigante per spingere la nave fuori dal canale ai vari meme creati utilizzando la foto del piccolo escavatore impiegato, il divertimento non è mancato.


Ma quali sono state le conseguenze per l'economia mondiale?


L'Ever Given, lunga poco meno di 400 metri, ha ostruito il passaggio di più di 300 navi su entrambi lati. Tra queste, diversi mercantili di simili dimensioni e petroliere hanno subito i ritardi. Per avere un'ordine di dimensione della problematica, le navi bloccate stavano trasportando qualcosa come 16,9 milioni di tonnellate di merce.

Ogni giorno, infatti, passa dal canale di Suez il 12% del commercio mondiale.


Dopo la ripresa alla navigazione della nave, avvenuta il 29 Marzo, sono state possibili stime più accurate dei danni causati.

A parte un danno giornaliero di $13 milioni per il governo Egiziano (proprietario del canale), la stima del valore di merci che hanno subito ritardi tocca i $400 milioni all’ora, equivalenti a $9.6 miliardi ogni 24 ore ed a $60 miliardi totali.


L’ingorgo creato dalla Ever Given è stato dichiarato smaltito il 3 Aprile 2021, quando il traffico marittimo all’interno del canale è tornato ai livelli ordinari.


Quale è stata, secondo te, la meme più bella sul blocco della nave mercantile nel canale di Suez?

Post recenti

Mostra tutti
Iscriviti al sito

Il tuo modulo è stato inviato!