La portata artistica delle opere di Jeff Koons: artista o imprenditore?


Opera Balloon Dog esposta alla mostra di Palazzo Strozzi
Opera Balloon Dog esposta alla mostra di Palazzo Strozzi

Durante le ultime settimane al centro del dibattito artistico c’è la mostra tenutasi a Palazzo Strozzi dedicata al quotatissimo Jeff Koons intitolata ‘’Shine’’. Sebbene l’artista in questione venga quasi sempre liquidato come un personaggio imprenditoriale, la portata artistica e culturale delle sue opere è sorprendentemente ricca.


Le giganti e coloratissime sculture hanno suscitato un ampio dibattuto critico e innescato una serie di polemiche che non hanno fatto altro che accrescerne la notorietà. Koons riesce ad unire pop, concettuale e postmoderno dimostrando come l’arte sia la riflessione più fedele della società.


Nella maggior parte delle opere esposte, Koons parte dalla decontestualizzazione duchampiana in cui è l’artista stesso a conferire lo status di opera d’arte e prosegue con una riproduzione pop e seriale warholiana. Gli oggetti ripresi dalla cultura bassa possono essere considerati banali e kitch e al contempo possono riportare ad una memoria infantile profondamente radicata nella cultura popolare della civiltà occidentale.


''Collegare il presente al passato significa continuare a legare le persone alla memoria biologica. È diverso dall’istinto, ma simile: portiamo le informazioni con noi in un modo molto profondo, e questa forza di connessione è una narrativa potente.'' Jeff Koons

Post recenti

Mostra tutti
Iscriviti al sito

Il tuo modulo è stato inviato!