Medicina in foto

Autore: #MartinaLeandri



Quest’uomo è uno dei pochi 600 nel mondo ad aver mai preso parte a una chirurgia del cuore con un’anestesia epidurale al livello locale del collo e non totale. Con questo tipo di operazione i chirurghi del Wockhardt hospital di Bangalore credono di poter avere un’idea migliore di come stia reagendo il corpo del paziente, inclusa la respirazione e le funzioni cerebrali.


All’età di 21 anni, Katie è diventata la più giovane donna ad aver ricevuto un trapianto totale del volto negli Stati Uniti. Il momento ritratto nella foto è pochi istanti dopo aver rimosso chirurgicamente la faccia del donatore, mentre i medici osservano ciò che li aspetta. 30 ore di operazione, che ha coinvolto un’equipe di oltre 30 medici nella Cleveland Clinic. Nel mondo sono solo 40 le persone che hanno subito un trapianto completo facciale, il primo risale al 2010.


João è nato con una deformazione chiamata microcefalo: ha una testa più piccola e un cervello sottosviluppato. Questa condizione, benché rara in genere, sta diventando sempre più frequente in Brasile a causa dello Zika-virus.


Jouarre, una struttura infermieristica fuori Parigi, utilizza un robot “Zora” per assistere i pazienti anziani, molti dei quali vi hanno sviluppato un attaccamento emotivo. È, in realtà, un'infermiera a controllare Zora da un laptop, senza che i pazienti lo sappiano. Zora può tenere conversazioni mentre l'infermiera digita le parole nel computer, condurre esercizi e giocare.


Il cancro al seno è stato scoperto da Gerald, quando era già in uno stadio molto avanzato. Come molti, anche lui ha fatto l’errore di credere che potesse venire solo alle donne, finché non ha rischiato di morirne.


Studentesse al secondo anno di ostetricia nel lontano ospedale nella contea di Bong in Liberia, che con un manichino praticano procedure ostetriche. Grazie a questo “laboratorio”, uno dei sei in tutto lo Stato africano, potranno salvare le vite di molte donne e bambini.


Un paziente bloccato nel proprio corpo dopo un ictus cerebrale. La Locked-In Syndrome gli permette di comunicare con il mondo solo tramite lo schermo davanti al suo letto, il quale registra i suoi movimenti oculari consentendogli di selezionare delle lettere.


Feleng quando aveva solo 1 mese di vita si è ritrovato vittima di un incendio, che ha cambiato per sempre il suo volto. Non è l’unico però, perché Soweto è un'area urbana della città di Johannesburg, in Sudafrica, nonché la più grande baraccopoli dello Stato, dove gli abitanti vivono senza acqua calda ed elettricità e molti sono vittime di incendi a causa dell’uso di cavi non sempre messi in sicurezza.


[Awake heart surgery

TOM PARKER, Bangalore, India, 2009]


#medphotography #WellcomePhotographyPrize #TomParker #AwakeHeartSurgery #KatiesNewFace #FirstFaceTransplant #Transplant #HoldMeMother #ZoratheRobotCareGiver #MaleBreastcancer #LiberiasMidwivesofTomorrow #LockedInSyndrome #Feleng #ChildrenOfFire





Iscriviti al sito

Seguici sui nostri canali social

  • Grey LinkedIn Icon
  • Facebook
  • Instagram
  • Grey YouTube Icona

© 2020 by H2C

logo_transparent_background.png