NFT, non solo arte


Applicazioni NFT
NFT

Avevamo parlato degli NFT in un vecchio articolo definendoli come “una sorta di certificato digitale di autenticità univoco e registrato sulla blockchain.”

Ma quali possono essere le possibili applicazioni in tal senso?

Nella Repubblica di San Marino, ad esempio, i green pass vengono collegati ad NFT emessi sulla blockchain chiamata VeChainThor. Ogni green pass ha due QR code, uno per il riconoscimento del pass stesso e uno per verificare l’autenticità del token sulla blockchain. Inoltre, l’integrità, l’autenticità e il controllo dei dati sono verificati da un’autorità pubblica.


Anche il mondo dei videogiochi potrebbe essere rivoluzionato dagli NFT, i quali si applicherebbero perfettamente alle meccaniche moderne. Essi potrebbero rappresentare oggetti digitali in-game, come ad esempio vestiti o addirittura personaggi, rivendibili ad altri utenti e che quindi darebbero la possibilità di guadagnare su di essi anche agli utenti creando un’economia all’interno del gioco stesso. Questo mercato non si ferma però al videogioco stesso. Infatti, il vantaggio è principalmente che gli NFT possono essere trasferiti su tutta la blockchain, e quindi di conseguenza anche ad altri videogiochi che li supportano.


Un altro caso d’uso molto interessante potrebbe essere quello del ticketing, è l’esempio di Centaurify che vorrebbe “tokenizzare” i biglietti dei concerti in modo da prevenire contraffazioni e rivendite illegali tutelando l’artista e i fan grazie a delle regole prestabilite nello smart contract. L’obiettivo sarebbe quello di creare una community solida e che abbia dei vantaggi grazie al possesso dei biglietti, mentre l’artista riceverebbe royalties su qualsiasi tipo di rivendita successiva alla prima, cosa che al momento non accade.


Gli NFT non si fermano quindi a una mera speculazione, eravate a conoscenza di queste possibili applicazioni?

Post recenti

Mostra tutti
Iscriviti al sito

Il tuo modulo è stato inviato!