Un'attività per tutti: il pilates


Un gruppo di lavoro in palestra
Pilates in palestra

Complice la pandemia e le palestre chiuse, siamo stati costretti ad arrangiarci nelle nostre case come potevamo, attività fisica compresa. Una delle discipline che più ha preso campo per la sua duttilità è stato proprio il Pilates.

Il Pilates prende il nome da Joseph Pilates, un emigrato tedesco che si traferì prima in Gran Bretagna e in seguito negli Stati Uniti, che ideò questo metodo come nuovo approccio all’esercizio e attività fisica.

I principi cardine del Pilates, tutt’ora in “vigore” sono:


  • La concentrazione, come massima attenzione che la mente deve porre ad ogni parte del corpo durante il movimento.

  • Il controllo sui movimenti fatti durante l’esercizio.

  • Il baricentro, visto come centro di forza e di controllo di tutto il corpo.

  • La fluidità.

  • La precisione.

  • La respirazione, sempre ben controllata e guidata dall'insegnante.


Gli esercizi che vengono proposti si concentrano su quei muscoli definiti posturali, cioè quelli che aiutano a fornire supporto alla nostra colonna vertebrale, non a caso il metodo può essere indicato anche nel campo della rieducazione posturale.


In particolare, gli esercizi di Pilates fanno acquisire consapevolezza del respiro, dell'allineamento della colonna vertebrale e dei movimenti fatti, rinforzando così i muscoli dello strato più profondo del tronco, molto importanti per aiutare ad alleviare e prevenire mal di schiena e non solo. Con questo metodo si rinforzano non solo gli addominali, ma anche le fasce muscolari più profonde vicino alla colonna e intorno alla pelvi. Gli esercizi possono essere fatti sia con l’aiuto di macchinari sia a corpo libero su un semplice tappetino. Inoltre, l’esistenza di più tipologie di impegno e difficoltà rende il metodo particolarmente adattabile a qualsiasi fascia d’età e in qualsiasi contesto.

Post recenti

Mostra tutti
Iscriviti al sito

Il tuo modulo è stato inviato!