Che cos’è il Long-Covid?


La struttura microscopica del virus della malattia Covid-19
Il virus Sars-CoV-2

La Sindrome Long-COVID è l’insieme delle conseguenze a lungo termine sulla salute causate dall’infezione da SARS-CoV2. L’OMS ha stabilito come cut-off temporale la persistenza di sintomi fino a quattro settimane dalla fase acuta di malattia; ma quali sono le manifestazioni cliniche di cui stiamo parlando? Annoveriamo tra le più comuni la stanchezza cronica, la dispnea, la tosse persistente, l’alterazione di gusto e olfatto e i disturbi neuropsichiatrici, quali ad esempio un calo della concentrazione, un’alterazione della memoria e l’insorgenza di stati ansiogeni.


L’impatto epidemiologico di questa sindrome è sicuramente rilevante: l’OMS riporta che il 25% dei soggetti con COVID-19, indipendentemente dalla gravità della malattia , manifesta sintomi persistenti a distanza di 4-5 settimane dal riscontro della positività e, un paziente su dieci, anche dopo 12 settimane.


La patogenesi di questa condizione è in parte ancora sconosciuta. Sono state però avanzate diverse ipotesi a riguardo: la deregolazione del sistema immunitario, il danno diretto che provoca il virus a livello cellulare, il danno ischemico dovuto all’alterazione della coagulazione, lo sviluppo post virale della sindrome da fatica cronica. Da ultimo, aspetto non trascurabile, anche il difficile contesto storico che stiamo vivendo come l’isolamento, problemi economico-lavorativi, eventuali lutti.


In conclusione, sarebbe appropriato trattare questi pazienti con un approccio multidisciplinare sia clinico sia psicologico, predisponendo servizi di supporto atti non solo a superare il trauma della malattia ma anche ad identificare precocemente i segnali di crisi deleteri per la salute dei pazienti.


Considerando che in Italia 4,4 milioni sono le persone infettate dal virus, si può stimare che fino a 1 milione potrebbero avere attualmente problemi a guarigione avvenuta. Proprio per questo motivo con il tempo sono nati numerosi ambulatori specifici che hanno iniziato a studiare questi sintomi duraturi.


E voi, conoscete qualcuno che ha questi effetti dopo essersi infettato?

Post recenti

Mostra tutti

Dottor Google

Iscriviti al sito

Il tuo modulo è stato inviato!