Può una pillola curare il COVID?


Pillole e terapie orali
Possibili terapie domiciliari per la malattia sa Sars-CoV-2

A inizio novembre è stato annunciato ‘Paxlovid’, il nuovo prodotto di Pfizer per il trattamento del COVID-19 che sembra possa ridurre la possibilità di ospedalizzazione o di morte dell’89%.

Quello che rende la notizia più emozionante è che essendo il farmaco formulato come pillola, potrà dare la possibilità di potersi curare semplicemente a casa evitando l’ospedale e iniezioni. Paxlovid si aggiunge ai farmaci già presenti nel nostro armamentario contro il virus come ad esempio Ronapreve di Roche, approvato a novembre dall’EMA, che coinsiste nell’associazione di due anticorpi monoclonali.


Il vantaggio è che può essere prescritto dopo i primi segni della malattia per prevenire il suo peggioramento permettendo alle persone di curarsi da sole e di alleggerire il peso sugli ospedali. Al momento il farmaco è ancora sotto review da parte dell’EMA e dall’FDA per la sua approvazione.


Ma non c’è solo Pfizer che ci potrebbe curare nelle nostre case!