Underage drinking

Autore #LauraBallerio



Tra i giovani è sempre più diffuso il fenomeno del Binge Drinking -letteralmente abbuffata alcolica-ossia l’assunzione di dosi elevate di alcolici in un breve lasso di tempo. Con dosi elevate si intende cinque/sei o più unità alcoliche nel giro di poche ore dove un’unità alcolica corrisponde a 12grammi di puro etanolo, quantità contenuta in un bicchiere di vino, una lattina birra o uno shot di superalcolico. Eppure, ci sarà un motivo se l’organizzazione mondiale della sanità (OMS), raccomanda la totale astensione di alcol fino a 18 anni. Anzi, di motivi ce ne sono tanti.


Innanzitutto, essendo l’assunzione di alcol nei giovani finalizzata, nella maggior parte dei casi allo sballo, può avere come conseguenza comportamenti irresponsabili tra cui guida in stato di ebrezza, violenza, utilizzo di droghe e sesso non protetto.