Arte e paesaggio: i centrini pugliesi e i covoni di fieno



Questo progetto artistico che prende il nome di FIRMAMENTO è stato ideato e realizzato dal designer pugliese Bernardo Palazzo in collaborazione con l’associazione Luzzart.
Questo progetto artistico che prende il nome di FIRMAMENTO è stato ideato e realizzato dal designer pugliese Bernardo Palazzo in collaborazione con l’associazione Luzzart.

In queste roventi settimane di agosto chi ha voglia di sentir parlare di pandemia e Green pass? Molti sono in vacanza, e tra costume da bagno e cocktail, qualcuno sceglie anche di scoprire nuovi paesaggi e culture diverse. Se vi trovaste a passeggiare tra le campagne pugliesi, vi consiglio di fare un piccolo break ai piedi del belvedere di Locorotondo.


Questo progetto artistico che prende il nome di FIRMAMENTO è stato ideato e realizzato dal designer pugliese Bernardo Palazzo in collaborazione con l’associazione Luzzart. Non è la prima volta che i tradizionali centrini pugliesi viaggiano nel cuore della Valle d’Itria. La scorsa estate, Cisternino è stata celebrata con RAINBOW; un’installazione articolata con grossi dischi e sfere di ferro ricoperti con capolavori artigianali realizzati all’uncinetto che illuminavano le strade della provincia brindisina creando un ambiente quasi onirico.


I centrini fatti a mano sono protagonisti di una tradizione diffusa in tutti gli angoli d’Europa, e anche in Puglia viene portata avanti tutt’oggi. I ricami sono il risultato del lavoro di tantissime donne che con pazienza e passione tessono su tela immagini antiche e simboli sacri traendo ispirazione dalla natura. L’opera di Palazzo unisce arte e natura, terra e tradizione, dove il paesaggio pugliese fa da palcoscenico ad una scenografia che sembra ripresa da una cartolina.


’Il grano, simbolo di fertilità nelle antiche civiltà, ospita i centrini, simili a grandi Mandala, antichi disegni e sacre rappresentazioni del Cosmo. Sole e luna si incontrano senza tempo, in una installazione che vuole essere un inno alla natura, alla sua bellezza e potenza divina.’’

Con queste parole Palazzo racconta il suo ultimo capolavoro che sta attirando la visita di numerosi turisti e novelli sposi. Magari sarà solo una foto ricordo nel cuore dei turisti, ma per gli abitanti pugliesi, quest’opera rappresenta la loro storia, la loro cultura e la loro tradizione.

Post recenti

Mostra tutti
Iscriviti al sito

Il tuo modulo è stato inviato!