Radicali liberi e antiossidanti

Autore: #MatteoMorandi

Frutta e verdura sono alimenti ricchi di antiossidanti

Tutti noi abbiamo sentito parlare di antiossidanti e radicali liberi. I primi, in alcuni casi, vengono quasi spacciati come elementi “magici” in grado di risolvere qualsiasi problema che possa affliggere la nostra salute, ma cosa dobbiamo sapere?

I radicali liberi sono entità molecolari che possiedono un elettrone spaiato nella propria configurazione elettronica. Per questo motivo, in molti casi risultano essere sostanze instabili, altamente reattive, in grado di reagire con una grande varietà di molecole e macromolecole, generando danni cellulari irreversibili. In realtà il nostro stesso organismo produce sostanze radicaliche che sono necessarie per il corretto metabolismo cellulare, per il sistema immunitario, impiegandoli nell’eliminazione di agenti patogeni esterni, e nei processi di segnalazione cellulare.

Il problema si riscontra quando la loro concentrazione aumenta in maniera incontrollata portando ad una situazione di stress ossidativo, correlata a molte malattie degenerative come: Alzheimer, demenza, malattie cardiovascolari e cancro. Alcuni fattori dello stile di vita: esposizione a sostanze tossiche, fumo, alcol e cattiva alimentazione sono sicuramente responsabili dell’accelerata produzione di specie radicaliche.


Chi può quindi aiutarci a ridurre la concentrazioni delle specie radicaliche? Gli antiossidanti. In realtà i meccanismi di azione antiossidante sono vari e più o meno complessi, ma possiamo semplicemente pensare che gli antiossidanti siano sostanze in grado di interagire con i radicali liberi e che li “aiutino” a “liberarsi” dalla loro condizione di instabilità (rendendoli non reattivi). Tuttavia le notevoli proprietà dei composti antiossidanti nel prevenire l’insorgere di problematiche per la nostra saluta sono limitate, perché in molti casi si ha uno scarso assorbimento di questi composti nel nostro organismo. Il mondo della ricerca scientifica sta studiando possibili strategie per ridurre al minimo questo inconveniente, come l’impiego di adiuvanti in grado di impedire la rapida espulsione degli antiossidanti o l’impiego di nano trasportatori.

Troveremo una soluzione ?

Post recenti

Mostra tutti
Iscriviti al sito

Seguici sui nostri canali social

  • Grey LinkedIn Icon
  • Facebook
  • Instagram
  • Grey YouTube Icona

© 2020 by Passaporto Futuro