25 Aprile tra il 1945 ed il 2021


Corteo di partigiani
Corteo di partigiani

In Italia, l’impatto drammatico della pandemia sulla salute generale del Paese, sembra aver avuto risvolti più rosei se non altro sul piano della coscienza civile e dell’identità comune. Al di là delle manifestazioni canore sui balconi o della retorica del "andrà tutto bene", preme far emergere il senso di appartenenza che sta unendo un intero popolo nella lotta per la liberazione dal virus: una sfida epocale che, nella sostanza, ricalca le sembianze di un conflitto mondiale.


Il 25 Aprile, istituzionalizzata come festa nazionale della Repubblica Italiana con la L. 27 Maggio 1949 n.260, simboleggia la storica Resistenza militare e politica delle forze partigiane e la conseguente liberazione dall’oppressione del nazifascismo; inevitabilmente, nel 2021, le celebrazioni legate a questo giorno si arricchiscono di ulteriore pàthos e l’esempio di tenacia, di solidità degli ideali, si erge a modello per sconfiggere anche il nemico del nostro tempo.


Oggi, come allora, la libertà è un obiettivo a cui tendere. Ciò per cui si deve resistere è la piena riaffermazione di tutti quei diritti fondamentali dell’individuo che, nell’ultimo anno, per ragioni di interesse pubblico, hanno subito una battuta d’arresto: il diritto alla salute (art.32 Cost.) di chi ha dovuto sospendere la regolare cadenza delle cure a causa delle strutture sanitarie al collasso, il diritto al lavoro (art.4 Cost.) delle categorie maggiormente dilaniate dalle restrizioni, il diritto allo studio (art.33 e 34) degli studenti di ogni ordine e grado, fortemente compresso nelle sue molteplici declinazioni dalle misure anti-Covid.


Dinnanzi ad un simile scenario, è avvertita come primaria la necessità di ricalibrare gli equilibri tra il cittadino e le istituzioni, per costituire un fronte unico finalizzato alla valorizzazione della nostra Storia e alla tutela del futuro. Nella prospettiva di uno sforzo da parte di tutti, è nata in Parlamento l’idea della Settimana civica, che si conclude proprio in occasione della Festa della Liberazione, con lo scopo di sensibilizzare soprattutto le nuove generazioni al vivere civile, con consapevolezza e responsabilità. Iniziativa superflua o lodevole?

Post recenti

Mostra tutti
Iscriviti al sito

Il tuo modulo è stato inviato!