top of page

Non-fungible token


una sfera con connessioni web retta da una mano
Bolla o rivoluzione?

Nessuno nel 1937 avrebbe mai scommesso su quel chiosco di hot dog aperto dai fratelli McDonald; oggi è la più grande catena di fast food del mondo. Il socio di Steve Jobs abbandonò la società dopo i primi fallimenti, perché anche lui non ci avrebbe mai scommesso. Nel 2009 il primo acquisto effettuato con le criptovalute fu una pizza; appena 3 anni dopo Bitcoin raggiunse la capitalizzazione di 1 miliardo di dollari. Sarà forse questo il motivo che ha spinto gli investitori del XXI secolo ad avere più coraggio.


L’ultima sfida? Gli NFT (Non-Fungible Token), certificati di autenticità digitale che attribuiscono a chi li acquista la proprietà di un oggetto digitale (a cifre di certo non di certo irrisorie). E contrariamente a chi li definisce una bolla, il mondo dell’arte e della musica sembra invece già affezionato a questa nuova idea di condivisione e, perché no, di guadagno. Di fatto possedere un quadro autentico e possedere una ristampa seppur molto fedele, sarebbe l’equivalente di essere proprietario di un NFT o di un semplice screenshot di quella immagine, obiezione che molto spesso si muove ai nuovi Token. Forse quello che dovrebbero fare gli scettici è abbandonare la logica del ‘’se non vedo non credo ‘’ ed aprirsi ad un nuovo modo di intendere la realtà più metafisico proprio come molti Big hanno fatto.


Pochi giorni fa Ozzy Osbourne ha lanciato Crypto Batz, una collezione di 10.000 pezzi digitali mutanti. Nel mondo della musica gli NFT permetterebbero da una parte di assistere ad un evento digitale in un’epoca storica in cui a causa della pandemia solo la tecnologia ci ha permesso di continuare a vivere, sentire, tenere il contatto e dall’altra, consentirebbe di avere la certezza di ottenere dei pass e dei biglietti per l’accesso autentici.


Dal punto di vista giuridico i token cambiano il concetto di proprietà. Pur rientrando nella nozione di bene, che non si lega necessariamente alla materialità, inaugurano il concetto di res digitale insostituibile, unica. Di conseguenza sono molte le categorie del diritto che necessitano un riadattamento e le risposte mancanti che sicuramente il diritto si appresterà a dare.



Post recenti

Mostra tutti

Comentários


Iscriviti al sito

Il tuo modulo è stato inviato!

bottom of page