World Children's Day: l'infanzia al centro



Il 20 Novembre si è celebrata Giornata mondiale dell’infanzia. La sua recente istituzione, nel 1954, suggerisce che solo di recente si è riconosciuta la centralità della condizione infantile per la società nel suo complesso.


In effetti, è solo nella seconda metà del ‘900 che ha inizio lo studio scientifico della psicologia infantile, che ha contribuito a dimostrare come il bambino sappia molto più dell’ambiente che lo circonda rispetto a quanto si pensasse in passato, quando era considerato un soggetto passivo totalmente dipendente dall’ambiente.


Oggi sappiamo che l’infanzia è un momento cruciale per lo sviluppo successivo. Il cervello è infatti massimamente plastico in questa fase di vita e pertanto le diverse esperienze, sia prenatali che peri- e post-natali, hanno effetti a lungo termine sulla vita dell’individuo. I bambini che hanno vissuto esperienze avverse durante l’infanzia (es. stress della madre durante la gravidanza, basso status socioeconomico, deprivazione socioaffettiva) hanno maggiori probabilità, da adulti, non solo di manifestare disturbi psicologici, ma anche, in generale, di incorrere in problematiche che possono compromettere la loro salute (es. obesità, abuso di sostanze, disturbi cardiaci) e/o un adeguato inserimento nel contesto socio-lavorativo.


Diventa quindi cruciale creare le condizioni ottimali per promuovere lo sviluppo sin dalla prima infanzia. Peraltro è vantaggioso economicamente: è stato stimato che il ritorno di un dollaro investito nel supporto, nella prevenzione o nell’intervento nella prima infanzia è assai più elevato del ritorno dello stesso dollaro investito in epoche di sviluppo successive. In quest’ottica, l’OMS ha definito una serie di buone pratiche per i primi 1000 giorni di vita, cioè il periodo che va dal concepimento ai due anni di età, affinché si gettino le basi per il benessere psicofisico dell’individuo. Oggi sempre più paesi si stanno muovendo in questa direzione, sebbene una società a misura di bambino sia ancora una meta lontana.


E tu, eri a conoscenza di quanto le prime fasi di vita fossero cruciali per lo sviluppo successivo?


Post recenti

Mostra tutti
Iscriviti al sito

Il tuo modulo è stato inviato!