top of page

WORLD CUP 2022: IL QATAR SEGNA IL PRIMO AUTOGOL!


Per la prima volta nella storia la FIFA Word Cup sarà organizzata in Medio Oriente. Lo stato del Qatar avrà l’onere e l’onore di ospitare l’evento più seguito nel mondo dello sport: i campionati mondiali di calcio. Per la preparazione di tale evento sono stati necessari grandi investimenti in progetti infrastrutturali e di trasporto, ed una cospicua mole di energia dovrà rendersi disponibile per l’ondata di spettatori che giungeranno da tutto il mondo. Tutto ciò comporterà, senza alcun dubbio, conseguenze importanti sul piano ambientale. Ma lo Stato del Qatar ha assicurato di porre particolare attenzione e di mitigare gli impatti ambientali, promettendo di organizzare la prima Coppa del Mondo di calcio totalmente carbon neutral.


Ai mondiali 2022 parteciperanno 32 squadre di calcio e sono previsti circa 1,5 milioni di tifosi, i quali seguiranno le partite in otto stadi, di cui sette costruiti appositamente per l’evento. Secondo la Fifa l’evento genererà 3,6 milioni di tonnellate di CO2 equivalente, considerando le emissioni dirette e indirette degli alloggi, della costruzione delle infrastrutture e dei viaggi.


Da un primo report, redatto dal gruppo Carbon Market Watch, è stato denunciato che i calcoli effettuati dalla Fifa, per la valutazione delle emissioni, assumono il modello "use-share’’. Il modello "use-share’’ va a considerare esclusivamente le emissioni prodotte dagli impianti nei giorni del mondiale di calcio e non nel loro intero ciclo di vita, attribuendo il resto dell'impronta degli edifici a coloro che prenderanno il controllo degli stadi, una volta che la Coppa del Mondo si sarà conclusa. Per le suddette ragioni, i crediti di carbonio acquistati non sarebbero sufficienti per compensare le emissioni effettive dell'evento. Gli organizzatori della Coppa del Mondo FIFA 2022 in Qatar sono stati accusati di fare promesse ingannevoli sulla neutralità del carbonio dell'evento, sottovalutando notevolmente le emissioni associate ai suoi stadi di nuova costruzione.


A conti fatti, non resta che chiedersi: Oltre al campo c’è del verde in questi mondiali 2022?


Post recenti

Mostra tutti

Comments


Iscriviti al sito

Il tuo modulo è stato inviato!

bottom of page